BiSogno di Pace: un concerto per la Siria

6 marzo 2017, 13:31

Il 14 marzo a Roma l’omaggio in parole, musica e immagini organizzato da UIL e Un ponte per… a 6 anni di distanza dallo scoppio delle rivolte popolari nel paese

 

Bisogno-di-Pace_invito

 

Era il marzo del 2011 quando anche in Siria la popolazione civile riempiva le piazze per chiedere riforma al regime di Bashar Al-Asad, venendo duramente repressa. La guerra che ne è scaturita si è tramutata presto nella più grave catastrofe umanitaria contemporanea, con 5 milioni di rifugiati costretti a lasciare il paese ed oltre 6 milioni di sfollati interni.

Per rendere omaggio alla Siria in occasione del 6° anniversario dall’inizio delle rivolte è nato “BiSogno di Pace”, il concerto di solidarietà e raccolta fondi organizzato dall’Unione Italiana del Lavoro (UIL) e dalla Ong Un ponte per…, da oltre 25 anni attiva in Medio Oriente con programmi di sostegno e assistenza umanitaria alle vittime dei conflitti.

L’appuntamento è martedì 14 marzo alle 20.30 presso il Teatro Riccardi (via Celsa 6, Roma), per una serata interamente dedicata alla Siria, che verrà raccontata attraverso immagini, musica e parole. A coordinare l’evento la giornalista Asmae Dachan, giornalista siriana vincitrice del Premio Giornalisti del Mediterraneo 2016, che introdurrà anche gli interventi di saluto di Carmelo Barbagallo (Segretario Generale UIL), Martina Pignatti Morano (Presidente Un ponte per…) e Alessandra Aldini (Coordinatrice Servizio Rapporti con le Ong, UIL).

Dalle 21.30, grazie alla direzione artistica di Bob Salmieri (Associazione Milagro Acustico), prenderà avvio il concerto: sul palco si alterneranno gli Erodoto Project con il loro jazz mediterraneo, i Mediterranti e il duo di chitarra e violino composto da Isaac De Martin e Alaa Arsheed, musicista fuggito dalla Siria la cui storia è stata raccontata anche dalla stampa italiana.

Con “BiSogno di Pace” prosegue la collaborazione tra UIL e Un ponte per…, già partner nel 2016 nell’organizzazione di staffette solidali di volontari inviati in Grecia, sull’Isola di Lesbo, per fornire prima assistenza ai migranti che vi sbarcavano in fuga da Iraq e Siria. Da quell’esperienza è nata anche una mostra fotografica, che sarà esposta in teatro.

L’evento, a sottoscrizione libera, sarà preceduto da un aperitivo di benvenuto. I fondi raccolti andranno a sostenere i progetti umanitari di Un ponte per… in Siria in campo sanitario e quelli di educazione e sostegno psico-sociale dedicati ai rifugiati siriani nei paesi limitrofi in cui opera l’organizzazione – Giordania, Iraq e Libano – , che verranno illustrati nel corso della serata.

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1843358492598456/