A Nassiriya l’incontro nazionale dell’Iraqi Social Forum

29 maggio 2019, 14:49

Prosegue il lavoro della società civile irachena per costruire “un altro Iraq”. La città di Nassiriya ha ospitato per la prima volta un incontro nazionale dell’Iraqi Social Forum, a cui hanno partecipato attiviste e attivisti da 10 città del paese. 

 

isf 1

Dal 1 al 3 maggio 2019 nella città di Nassiriya, in Iraq, si è svolto il 3° incontro nazionale dell’Iraqi Social Forum (ISF), sotto lo slogan di “We love you Iraq”. La città è stata scelta perché – proprio come gli antichissimi siti di Ur e Babilonia – fa parte dell’immenso patrimonio comune del paese. Situata nella culla della civiltà, Nassiriya è il luogo di nascita del primo alfabeto umano: l’incontro nazionale dell’ISF, precedentemente ospitato a Baghdad, ha voluto quindi rendere omaggio alla città e al comune patrimonio millenario iracheno.

L’incontro è stato ospitato dal Dhi Qar Social Forum di Nassiriya. Quaranta giovani uomini e donne provenienti da 10 Forum Locali, che hanno sede nelle città situate lungo i fiumi Tigri ed Eufrate, si sono incontrati/e per il 3° anno consecutivo.

Ogni Forum Locale ha presentato il proprio lavoro, le prossime attività e campagne in programma, e ha restituito un quadro chiaro delle condizioni delle diverse città. Hanno partecipato anche il Segretariato dell’ISF, e i/le rappresentanti dei diversi masarat (i percorsi tematici dell’ISF), così come rappresentanti dell’Iraqi Civil Society Solidarity Initiative (ICSSI).

Tutti i 10 Forum Locali hanno fatto propri i principi dell’azione nonviolenta, considerata lo strumento migliore per promuovere cambiamenti sociali. Hanno considerato positive le proteste pacifiche che si stanno svolgendo in Iraq, che riflettono un desiderio diffuso da parte della popolazione di indirizzare la politica e correggere gli errori del sistema sociale e politico iracheno.

isf 3

Tre giorni di pianificazione, apprendimento e solidarietà

Giorno 1. L’incontro è iniziato con una discussione sul background e sulla storia dell’ISF, e su come il suo operato si sia sviluppato e diffuso ad altre città irachene oltre Baghdad. “Questo incontro è stato il culmine di una serie di sforzi compiuti dall’ISF per creare Forum Locali in 10 città irachene: Tikrit, Diyala, Babilonia, Falluja, Hit, Ramadi, Najaf, Diwaniyah, Maysan e Nassiriya”, ha spiegato Ali Saheb, coordinatore dell’ISF. “Attraverso questi Forum Locali abbiamo soprattutto cercato di portare avanti attività che hanno come obiettivo la costruzione di una coesistenza pacifica, il raggiungimento della coesione sociale, e la tutela del patrimonio naturale e culturale iracheno per raggiungere il nostro obiettivo di costruire “un altro Iraq possibile””, ha aggiunto.

Saheb ha sottolineato gli stretti legami che uniscono il popolo iracheno, enfatizzando in particolare la connessione simbolica creata dai fiumi iracheni: “Il legame rappresentato dal Tigri e dall’Eufrate tra le queste città è fortissimo, e va oltre le divisioni etniche e settarie”, ha affermato.

I/le partecipanti hanno anche colto l’occasione per esprimere la propria solidarietà ai tanti lavoratori e lavoratrici iracheni/e, omaggiando la giornata del 1 Maggio. Insieme, hanno fatto appello alla giustizia sociale che spetta alla classe lavoratrice in Iraq e deciso di portare avanti azioni di advocacy perché sia implementato il disegno di legge sui diritti del lavoro.

Ogni Forum Locale ha presentato un sommario del lavoro svolto nel corso del 2018, tra cui eventi organizzati, ostacoli incontrati, sfide, risultati. La giornata si è conclusa con le “lezioni apprese” dalle diverse esperienze locali, cosicché i punti di forza e debolezza condivisi possano rappresentare uno spunto per tutte/i e in futuro.

Isf 2

Giorno 2. I Forum Locali hanno discusso come organizzare al meglio e portare avanti specifici progetti dell’ISF nelle loro città. Karar Al Hassan ha guidato un training sul managment finanziario. I/le rappresentanti dei diversi Forum hanno discusso di possibili date per festival da organizzare nelle loro città, ed hanno realizzato un calendario congiunto per il 2019. Hanno anche avuto la possibilità di incontrare Amer Abdul Razzaq, direttore del Museo di Nassiriya, che ha dato loro importanti informazioni sul patrimonio conservato.

Giorno 3. I/le partecipanti si sono confrontati/e sul futuro dei Forum Locali, in base a finanziamenti reali, visioni, idee, e si sono divisi/e in gruppi di lavoro per rivedere le rispettive strategie per i prossimi 4 anni di lavoro. Le attività in programma per i diversi Forum Locali spaziano dalla tutela del patrimonio culturale, alla protezione dei fiumi e dell’ambiente, all’educazione, ai diritti delle donne.

isf 4

La giornata si è conclusa con una valutazione collettiva degli sforzi messi in atto da volontarie e volontari del Dhi Qar Social Forum, che ha ospitato il meeting per la prima volta. Il coordinatore, Naseer Baqer, ha affermato: “Quest’anno è stato possibile organizzare l’incontro qui perché i Forum Locali hanno sviluppato il loro lavoro e accumulato abbastanza esperienza per ospitare eventi di questo tipo. Dopo tanto lavoro, siamo stati/e capaci di presentare un piano organizzativo all’ISF e garantire lo svolgimento dei lavori a Nassiriya”.

L’incontro nazionale dell’Iraqi Social Forum si è svolto nell’ambito del progetto “Building The Paths of Peaceful Coexistence of Mesopotamia”, realizzato in collaborazione con l’Information Center for Research and Development, ICSSI e Un Ponte Per… (UPP).