La Cooperazione italiana e UPP inviano un carico umanitario italiano

5 dicembre 2019, 11:59

Comunicato stampa

Nord Est Siria: la Cooperazione italiana e Un Ponte Per inviano un carico umanitario italiano
Tende invernali, coperte e kit igienici per più di 2.500 persone sono stati inviati dalla Cooperazione Italiana e consegnati in Nord Est Siria dall’organizzazione Un Ponte Per (UPP).

 

Roma, 5 dicembre 2019 –  È giunto il 19 novembre scorso ad Al Hasakah un carico umanitario di 12 tonnellate di beni di primo soccorso ed accoglienza composto da tende, kit igienici e coperte invernali, destinati alla popolazione civile nel Nord Est della Siria.

La spedizione del carico umanitario, richiesta dalla ong italiana Un Ponte Per (UPP) e disposta dalla Cooperazione Italiana del Ministero degli Affari Esteri, è partita lo scorso 11 novembre dal deposito delle Nazioni Unite (UNHRD) di Brindisi diretta ad Erbil, nella Regione autonoma del Kurdistan iracheno (KRG), dove è stata presa in consegna per la successiva distribuzione alla popolazione del Nord Est Siria da parte dello staff di UPP.

Carico_NES_1

I beni di primo soccorso e accoglienza120 tende, 1.350 coperte e 250 kit igienicisono destinati alle necessità delle persone accolte nei campi che l’Amministrazione Autonoma del Nord Est Siria sta attrezzando in questi giorni. I kit igienici saranno distribuiti nel campo di Wasokani, nella zona di Twina a Nord Ovest di Al Hasakah, dove attualmente sono presenti circa 2.000 persone sfollate, ma si prevede che nei prossimi giorni nuove famiglie, oggi rifugiate in centri collettivi (scuole, moschee), si sposteranno nel campo spinte dai servizi già predisposti. Ad oggi sono oltre 24.000 le persone sfollate in stato di bisogno solo in questa area. Tende e coperte saranno destinate, in base alle necessità, ai campi di Wasokani, Newroz e Tel Al-Semini.

 

Considerando la difficoltà di accesso al territorio e l’operatività estremamente limitata delle Ong internazionali nell’area, l’arrivo di questi aiuti è di fondamentale importanza per l’inverno. Le tende e le coperte in particolare saranno di estremo aiuto per le tante famiglie sfollate.

Un Ponte Per è stata l’unica Ong italiana presente nel Nord Est della Siria dal 2015. In seguito all’intensificarsi degli scontri, il 14 ottobre scorso è stata costretta ad evacuare lo staff italiano ed internazionale, spostando la centrale operativa nel Kurdistan iracheno da cui coordina oggi le sue attività.

Un Ponte Per resta tuttavia operativa in Nord Est Siria grazie alla presenza del suo staff locale e alla collaborazione con operatori umanitari locali. Negli ultimi anni UPP ha contribuito alla ricostruzione del sistema sanitario locale e il carico umanitario richiesto rientra in un più vasto intervento sanitario che continua a portare avanti.

Carico_NES_2