Un reparto Covid-19 in Nord Est Siria

29 aprile 2020, 16:05

Nonostante le difficoltà di questa pandemia, ci sono anche giorni belli. Come quello in cui la Mezzaluna Rossa Curda, nostro principale partner locale nel nord est della Siria, è riuscita ad attrezzare il primo reparto Covid-19 nell’area.

Un piccolo passo avanti, ma importantissimo, nel cammino comune per resistere a questo contagio globale.

Ad ospitarlo l’ospedale di Hassake, in cui siamo presenti anche noi, che da oggi avrà a disposizione 60 posti letto – che diventeranno presto 120 – tra terapia con ossigeno e sub-intensiva, prima inesistenti. 

Qui verranno accolti/e i/le pazienti con sintomi sospetti e i casi accertati, per evitare contagi in altre strutture ospedaliere.

La struttura è stata realizzata in conformità con le disposizioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, e siamo davvero fiere e fieri di aver contribuito, grazie al prezioso lavoro delle e dei nostri Medical Advisor, che hanno dato supporto logistico e formativo.

I/le medici opereranno in totale sicurezza, con dispositivi di protezione individuale, e seguendo i protocolli speciali ufficiali.

Lo diciamo dal primo giorno: da questa emergenza usciremo solo se lo faremo insieme. Andrà tutto bene, solo se andrà bene per tutte e tutti.

Nessuno e nessuna può essere lasciato/a indietro. Questo è un grande traguardo, che ci riempie di gioia.