Beirut. La solidarietà “che fa miracoli”

6 ottobre 2020, 15:21

La solidarietà può fare miracoli. Soprattutto e come sempre, quando arriva dalle persone per le persone”.

Ci arriva oggi un bellissimo messaggio dai nostri amici e amiche del team Basket Beats Borders, la squadra di basket femminile del campo palestinese di Shatila, in Libano, con cui camminiamo insieme da tanto tempo.

Impegnati/e sin dai primi giorni di pandemia in Libano per stare accanto alle persone in stato di bisogno, oggi sono riuscite/e a realizzare un altro piccolo “miracolo”: distribuire 75 cesti alimentari ad altrettante famiglie, colpite dall’esplosione che il 4 agosto ha devastato Beirut, in una situazione generale di terribile crisi economica unita alla pandemia di Covid-19.

Dopo l’esplosione di agosto con l’escalation della pandemia e la crisi economica, molte organizzazioni amiche hanno raccolto fondi per il Libano inviandoci aiuti. Come ha fatto Un Ponte Per: grazie alla loro solidarietà e alla loro fratellanza, oggi abbiamo distribuito 75 pacchi alimentari con riso, farina, pasta, sale, detergenti, gas per cucinare. La solidarietà può fare miracoli: soprattutto quando arriva dalle persone per le persone”, ci scrivono.

Tutto questo è possibile grazie alle tante donazioni che stiamo ricevendo per la campagna “Con Beirut nel cuore, che abbiamo lanciato subito dopo l’esplosione del 4 agosto.

Dopo 2 mesi la popolazione libanese ha ancora bisogno di sostegno, e noi stiamo ancora lavorando per provare a garantirlo, grazie alla presenza sul campo di amici e amiche con cui camminiamo insieme da anni.

La popolazione libanese ha bisogno della nostra solidarietà. Continuiamo a donare per garantirla.