5×1000

Il TUO 5x1000 PER LE DONNE
Il TUO 5x1000 CONTRO UNA VIOLENZA DEL GENERE

 

Guerre, conflitti, militarizzazione portano all’aumento della violenza di genere (Gender Based Violence, GBV) e degli abusi domestici.
Possiamo solo immaginare quanto potrà andare ad impattare su condizioni già complesse la diffusione su scala globale della pandemia, e quanto le donne si troveranno ad affrontare ancora una volta difficoltà molteplici, costrette a restare chiuse in case poco sicure, perché è proprio al loro interno che si consumano violenze e abusi; o costrette a vivere in un campo profughi, perché le loro case sono state distrutte.

È questa la condizione che si trovano a vivere milioni di donne nel mondo, e in particolare in quei paesi in cui noi di Un Ponte Per operiamo da anni. Condizioni che abbiamo imparato a conoscere molto bene, e nelle quali siamo impegnate/i ogni giorno.

Per questo, abbiamo deciso di dedicare anche quest’anno la nostra Campagna 5x1000 a loro, alle donne.

Una battaglia comune, che si combatte con 3 armi: contrasto alla violenza di genere, protezione, indipendenza.

Per sostenere le donne sopravvissute, per garantire servizi di salute riproduttiva, per offrire assistenza legale e occasioni di affermazione personale.

 

COME DONARE IL TUO 5x1000 A UN PONTE PER

Semplicemente con una firma.

Nella tua prossima dichiarazione dei redditi, nell’apposito spazio “Sostegno del volontariato e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale” inserisci la tua firma e il codice fiscale di Un Ponte Per: 96232290583.

DOVE

 

  • sulla dichiarazione dei redditi precompilata (Modello 730) messa a disposizione dall'Agenzia delle Entrate;
  • al CAAF o dal tuo/a commercialista di fiducia. Quest’ultimo deve rilasciare, anche se non richiesta, una ricevuta, attestante l’impegno a trasmettere le scelte; 
  • ad uno sportello di un ufficio postale banca (il servizio è gratuito). Ricorda che sulla busta occorre scrivere “scelta per la destinazione del cinque per mille dell’Irpef” e indicare cognome, nome e codice fiscale del contribuente.

 

SCOPRI QUANTO VALE LA TUA FIRMA

 

La tua firma vale in media una donazione di 30 euro a Un Ponte Per. Un gesto semplice, che non costa nulla.

Se il tuo reddito lordo è di 13.000 euro, il tuo 5x1000 vale 15 euro.
Con 15 euro garantisci una visita ginecologica specialistica.

Se il tuo reddito lordo è di 20.000 euro, il tuo 5x1000 vale 24 euro.
Con 24 euro copri le spese di una lezione per una classe di 20 donne.

Se il tuo reddito lordo è di 24.000 euro, il tuo 5x1000 vale 30 euro.
Con 30 euro garantisci il funzionamento di un centro anti-violenza per 1 settimana,
o mezza giornata di formazione per un medico sui temi della violenza di genere,
o una consulenza legale gratuita per affrontare una causa di divorzio in tribunale.
O, ancora, mezza giornata di un laboratorio di sartoria per l’avviamento professionale.

Per te è una firma. Per noi vale molto di più. Quanto?

 

 

 

COSA È IL 5x1000? HA UN COSTO?

 

È una quota di IRPEF destinata ad associazioni ed organizzazioni non lucrative. Non ti costa nulla. Destinare il 5x1000 non è obbligatorio e chi non destina il 5x1000, lascia questa quota allo Stato.

 

COSA ABBIAMO FATTO CON LA TUA FIRMA?

 

Anche grazie alle firme destinate a Un Ponte Per con l’ultimo 5x1000, abbiamo garantito protezione ad oltre 15.000 donne in Iraq attraverso il sostegno a 6 centri anti-violenza. Abbiamo effettuato oltre 11.000 visite a domicilio alle donne in Siria, assicurando loro il diritto alla salute riproduttiva, continuando a portare avanti il lavoro nelle cliniche costruite per le donne in tutto il nord est del paese. Abbiamo fornito assistenza legale gratuita a 500 donne sopravvissute alla violenza in Giordania, accompagnandole nel loro percorso di costruzione di un futuro libero ed indipendente. Abbiamo sostenuto 75 famiglie palestinesi nei campi del Libano, supportando psicologicamente le donne. Abbiamo organizzato laboratori, corsi di formazione per l’avviamento al lavoro, condotto campagne di sensibilizzazione per il contrasto alla violenza.

E vogliamo continuare a farlo. Sempre di più, sempre meglio.