Tesseramento

 

Diventa socio/a di Un Ponte Per o rinnova la tua tessera.

 


Costruiamo insieme Ponti di solidarietà e pace.

 

 

La tua adesione al Tesseramento 2022 è preziosa per consolidare le sponde di quei ponti di solidarietà e di pace “tra popolo e popolo” che da trent’anni ostinatamente costruiamo.
Era il 1991 quando abbiamo scelto da che parte stare.
Il nostro obiettivo: promuovere la difesa dei diritti umani e il benessere per tutti e tutte nel contesto dei disequilibri economici e di potere in corso nel pianeta.
Siamo per vocazione un’associazione pacifista e di solidarietà internazionale impegnata sostenere le popolazioni sotto attacco, denunciando la violenza delle guerre e degli embarghi, le violazioni dei diritti umani, portando la nostra solidarietà, i nostri corpi e il nostro attivismo nei luoghi di conflitto dal Medio Oriente ai Balcani.
Diventa socio/a. Partecipa. Schierati con Un Ponte Per.

 

COME DIVENTARE SOCIO/A

Possono far parte di Un Ponte Per le persone maggiorenni, le associazioni o i gruppi informali.
Puoi diventare socio/a versando la quota annuale:

  • 10 € per studenti/esse, precari/e, disoccupati/e, pensionati/e;
  • 30 € socio/a ordinario/a;
  • 60 € socio/a sostenitore/trice.

Richiedi la Tessera Un Ponte Per. 

 

 

A COSA HAI DIRITTO

Sin dal primo giorno, ciò che muove le nostre azioni è la volontà di essere un collettivo di donne e uomini che lottano per la pace.

Diventando socio/a condividi il nostro impegno, partecipi alle nostre lotte.
E hai diritto a:

  • partecipare all’Assemblea Nazionale che si svolge ogni anno;
  • partecipare a eventi e seminari tematici con esperti/e, attivisti/e e staff;
  • partecipare al dibattito politico con idee e progetti;
  • partecipare alla vita associativa sul tuo territorio insieme agli attivisti/e dei nostri Comitati locali;
  • un coupon di sconto sui prodotti della nostra Bottega solidale.

 

Soci/e Onorari/e


Takoua Ben Mohamed
ha illustrato la tessera 2022 di Un Ponte Per: un ponte di solidarietà umanissimo, fatto dai corpi di due persone, una delle quali una ragazza musulmana con il velo, che ricorda tanto la protagonista dei suoi lavori.
Italiana e tunisina, classe 1991, è produttrice, fumettista, autrice di graphic novel e nel suo lavoro denuncia razzismo, islamofobia e maschilismo. Autrice del catalogo "Woman story" e dei libri a fumetti "Sotto il velo" (2016), "La Rivoluzione dei Gelsomini" (2018), "Un'altra via per la Cambogia" (2020), "Il mio migliore amico è fascista" (2021). A dicembre 2021, la rivista D - la Repubblica delle donne la elegge "Donna dell'anno", insieme a Liliana Segre e Ambra Sabatini.
.