Prevenzione dell’estremismo violento in Iraq

Prevenire l’esplodere di conflitti e violenze, trasformandone le cause e trovando soluzioni basate sul dialogo attraverso il rafforzamento delle società civili: è questo l’obiettivo con cui l’organizzazione catalana Novact (International Institute for Nonviolent Action) ha creato in anni recenti alcuni Osservatori per la Prevenzione dell’Estremismo Violento (OPEV) in diversi paesi del Medio Oriente e del Nord Africa.

La collaborazione tra Un Ponte Per, Novact, e le organizzazioni locali Laong e Pfo, porterà alla creazione di un Osservatorio anche in Iraq (OPEV – Iraq), grazie al lavoro di un Comitato di coordinamento che si occuperà di valutazione, programmazione e monitoraggio da un punto di vista tecnico-amministrativo, e della creazione di gruppi tematici per la ricerca, il training e la metodologia pratica.

Il lavoro di OPEV-Iraq si concentrerà in modo particolare sulla popolazione rifugiata siriana in Iraq, la popolazione irachena sfollata interna, le comunità ospitanti irachene e curde.

Attraverso un lavoro di analisi, ricerca, pubblicazione e attività di formazione nel Kurdistan iracheno, OPEV-Iraq elaborerà una piano per la prevenzione dell’estremismo violento in Iraq da sottoporre ad istituzioni locali, nazionali, regionali ed internazionali, conducendo azioni di networking con le Nazioni Unite e l’Unione Europea. Scambi di buone pratiche e coordinamento tra OPEV-Iraq e gli altri Osservatori in Giordania e in Catalogna attraverso attività seminariali renderanno più efficace la sua azione.

Obiettivo finale sarà incoraggiare la partecipazione attiva delle società civili nell’elaborazione di politiche pubbliche nel campo del peacebuilding, della risoluzione dei conflitti e della gestione delle popolazioni rifugiate, con un particolare riguardo a giovani e donne. In questo modo, si contrasterà la diffusione di discorsi d’odio, favorendo la coesione sociale.

 

 

 

IN BREVE


Nome progetto: INDICASERE - Research, Capacity Building, Awareness and Resilience of the Syrian and host-communities in Jordan, Iraq and Spain 

Tipologia intervento: Peacebuilding e prevenzione dell’estremismo violento

Destinatari: Rifugiati siriani, IDPs, comunità ospitante

Durata: Gennaio-Dicembre 2019

Area d'intervento: Iraq, Sulaimaniyah, Campo rifugiati di Arbat, Arbat città

Partner locali: NOVACT, Laonf e PFO

Finanziato da: Agència Catalana de Cooperació al Desenvolupament

 

 

ADOTTA IL PROGETTO


Hai un'associazione? Un gruppo di amici, colleghi o compagni di studio con cui vuoi attivarti concretamente?

Adotta questo progetto, riceverai aggiornamenti periodici sullo stato di avanzamento e avrai il nostro supporto per organizzare iniziative di raccolta fondi a sostegno delle attività.

Per saperne di più scrivi a raccoltafondi@unponteper.it 

 

 

 

CONTRIBUISCI CON UNA DONAZIONE


Dona ora con Carta di Credito

 

Dona ora >>