In Iraq il Forum Sociale per la Pace e la Coesistenza

17 agosto 2015, 15:52

Dal 1° al 3 ottobre 2015 i movimenti della società civile irachena lanciano un importante appuntamento: il Forum Sociale Iracheno, ospitato a Baghdad. L’appello alle organizzazioni internazionali.

 

Baghdad, 14 agosto 2015 – L’escalation di violenza che ha colpito l’Iraq, e che dal gennaio del 2014 ha causato almeno 15.000 vittime e 30.000 feriti, ha provocato uno spargimento di sangue che l’Iraqi Social Forum (ISF) ha sempre considerato il risultato di lunghi anni di dittatura e colpi di Stato militari, seguiti da anni di occupazione straniera che hanno prodotto l’attuale sistema politico, caratterizzato da corruzione e quote settarie.

I movimenti della società civile irachena, le Ong, i sindacati, si sono sollevati in risposta a questa situazione, occupando le strade di diverse città irachene questa estate con manifestazioni di protesta contro la mancanza di servizi e la corruzione statale, insita nel sistema amministrativo, finanziario e politico dell’Iraq.

E hanno segnato una vittoria, con la recente approvazione da parte del Parlamento iracheno di alcune importanti riforme.

In questo momento critico e delicato, l’Iraqi Social Forum e l’Iraqi Civil Society Solidarity Initiative ritengono che la società civile irachena abbia le capacità per promuovere coesistenza tra le comunità, attraverso azioni nonviolente e programmi di peacebuilding, e che sia questa la strada giusta per combattere ogni forma di estremismo violento.

Per questa ragione, le organizzazioni della società civile irachena hanno deciso di lanciare un Forum Sociale tematico sulla Pace e la Coesistenza, che si svolgerà a Baghdad, lungo le sponde del fiume Tigri, dal 1° al 3 ottobre 2015.

Il 2 ottobre, durante i lavori del Forum Sociale, sarà organizzata anche una maratona per la Pace di 30 chilometri per celebrare la Giornata Internazionale della Nonviolenza.

Già oltre 50 attività sono state registrate online, e 180 giovani iracheni e di altri paesi arabi hanno offerto il proprio contributo come volontari per l’organizzazione e la realizzazione di questo importante appuntamento.

Adesso è il momento che le organizzazioni internazionali prendano in considerazione l’idea di partecipare, mostrando così la propria solidarietà alla società civile irachena.

Gli attivisti iracheni sono già a lavoro per organizzare la presenza internazionale e assicurare le condizioni di sicurezza necessarie attraverso l’accompagnamento non armato di chi sarà presente.

Il primo Forum Sociale Iracheno fu organizzato nel 2013, e vi prese parte anche una delegazione di 16 attivisti internazionali, oltre a 3.000 attivisti iracheni. Nessuno subì minacce alla propria sicurezza.

Seguiteci a Baghdad! Gli iracheni sono a lavoro ed è il momento per voi di fare lo stesso!

Un altro Iraq è possibile. Un Iraq di Pace, Diritti Umani e Giustizia Sociale.

Ci sono molti modi per partecipare al Forum Sociale Iracheno 2015:

1) Raggiungeteci a Baghdad

Così come per gli attivisti iracheni, esiste un elemento di pericolo per la sicurezza che non può essere evitato. Ma per tutta la durata dei lavori terremo costantemente aggiornati i partecipanti sulla situazione, così che possano prendere decisioni consapevoli. Per entrare in Iraq è necessario ottenere un visto presso l’Ambasciata irachena dei vostri paesi. Registratevi online il prima possibile, così da ricevere una lettera d’invito dall’Iraqi Social Forum. Poiché non è possibile coprire i costi di viaggio e pernottamento dei partecipanti, assicuratevi di poter avere abbastanza fondi da alloggiare in un albergo a 5 stelle, dove la sicurezza per gli internazionali è garantita. Una volta completata la registrazione sarete contattati entro 3 giorni.

2) Organizzate eventi nei vostri paesi, prima o durante il Forum Sociale, e mandate foto e attestati di solidarietà agli attivisti

Cercheremo di garantire un collegamento Internet con Baghdad durante il Forum, e sarà possibile seguire alcune attività in streaming, per quanto la qualità della connessione non potrà essere garantita.

3) Sostenete il Forum Sociale con una donazione

ICSSI vi assisterà e si assicurerà che la vostra donazione arrivi al Comitato organizzatore del Forum Sociale. Anche un piccolo contributo sarà importante e permetterà agli organizzatori di sostenere le spese per l’allestimento, l’amplificazione e la stampa dei materiali.

Le donazioni potranno essere effettuate attraverso l’ONG italiana “Un ponte per…”.