Verità per Giulio Regeni

18 marzo 2016, 16:41

La brutale uccisione di Giulio Regeni nell’inverno del 2016 ha scioccato il mondo, ma ha anche acceso i riflettori sul metodo delle sparizioni forzate praticato in maniera sistematica oggi in Egitto.

Dal 2015 centinaia di egiziani tra cui studenti, attivisti politici, manifestanti, sono stati sottoposti a sparizione forzata per giorni o mesi.

Le vittime, compresi bambini, vengono trattenute in centri di detenzione non riconosciuti, senza alcuna supervisione giudiziaria, e sottoposti a maltrattamenti e torture.

Abbiamo aderito alla campagna #VeritàPerGiulioRegeni e “Stop alle sparizioni forzate in Egitto” di Amnesty International, appendendo alle finestra dell’ufficio uno striscione e partecipando alle iniziative che vengono promosse.