UCRAINA STOP THE WAR NOW

DONA PER SOSTENERE L’ATTIVISMO E LA RESISTENZA CIVILE

Sostieni i costruttori e le costruttrici di pace in Ucraina e in Russia.

Sono cittadini/e disarmati/e, obiettori/trici di coscienza, attivisti/e, volontari/e che con coraggio e determinazione stanno scegliendo di combattere questa guerra senza armi, partecipando ed organizzando la resistenza civile tramite azioni nonviolente.

Un Ponte Per e il Movimento Nonviolento sono alla guida della prossima carovana di StopTheWarNow, la rete di oltre 175 enti italiani impegnati per la costruzione della pace e per la solidarietà internazionale attraverso azioni nonviolente di pace e umanitarie. Partiremo dall'Italia il 26 settembre. In occasione della carovana, Un Ponte Per promuove una raccolta fondi per sostenere gli/le attivisti/e pacifisti/e e nonviolenti/e in Ucraina e in Russia.

Dobbiamo agire adesso.

 

 

CON LA TUA DONAZIONE POTRAI SUPPORTARE:

 

1.  Le spese legali degli/le obiettori/trici di coscienza ucraini/e che si sono rifiutati/e di imbracciare le armi.

Esemplare il caso del presidente del Movimento Pacifista Ucraino Ruslan Kotsaba: il giornalista ucraino è sotto processo per un video del 2015 in cui chiedeva di boicottare la mobilitazione militare. Kotsaba è accusato di tradimento e ha già passato oltre 600 giorni in carcere.

 

 

2. Gli/le attivisti/e nonviolenti/e che operano nelle aree dell’Ucraina occupate dalle truppe russe.

Preparano azioni con enormi difficoltà mettendo a rischio la propria sicurezza e chiedendo alla popolazione di non collaborare con gli occupanti. Lanciano petizioni, producono materiali informativi mostrando l'alternativa nonviolenta, organizzano azioni di sensibilizzazione sul territorio. Sostenere la loro azione è importante perché in Ucraina l’educazione patriottica di stampo militarista spesso mina la fiducia nell’efficacia della lotta nonviolenta. Ma il coraggio e la resistenza delle/gli ucraine/i rendono questa opzione possibile.

 

 

3. I/le cittadini/e e gli/le attivisti/e in Russia che rischiano la loro libertà per diffondere messaggi contro la guerra.

Gli/le attivisti/e russi/e, che vogliono rimanere anonimi/e per questioni di sicurezza, producono e diffondono report, dossier e messaggi contro la guerra che condividono attraverso canali comunicativi interpersonali, confidenziali e face to face.
La motivazione di chi sostiene la guerra in Russia si indebolisce ogni giorno di più, soprattutto tra le fasce giovanili, anche a causa dei sacrifici che il governo sta imponendo alla popolazione. Gli/le attivisti/e russi/e sono convinti/e che anche un governo autoritario come quello di Putin sia vulnerabile se l’intervento militare in Ucraina perde consensi.

 

 

 

 

La carovana StopTheWarNow
La carovana STWN partirà dall’Italia il 26 settembre e farà ritorno il 3 ottobre. In quei giorni, lanceremo ponti e incontreremo organizzazioni della società civile (inclusi sindacati) ucraine come il Movimento Pacifista Ucraino per la cultura di pace e il sostegno agli obiettori di coscienza, la Nonviolence International Ukraine per la resistenza nonviolenta nei territori occupati, l’Institute for Peace and Common Ground, All Ukraine Youth Centre.

 

Aiutaci a sostenere le azioni e le attività della società civile ucraina impegnata per la costruzione della pace, l’obiezione di coscienza e la resistenza nonviolenta.

Unisciti a noi. Proteggi la pace. Diamo un sostegno concreto a chi sta scegliendo di resistere alla guerra. Sostieni i costruttori e le costruttrici di pace.

 


oppure con bonifico bancario
IBAN: IT09T0501803200000011007903 - Causale "Stop The War Now"