Appello umanitario sugli incendi dolosi dei raccolti in nord est Siria

18 giugno 2019, 16:52

Nel nord est della Siria decine di incendi dolosi, rivendicati da Daesh, stanno distruggendo migliaia di ettari di raccolti necessari al sostentamento della popolazione. Le nostre ambulanze, gestite dal personale della Mezzaluna Rossa Curda, sono già intervenute sul campo per curare persone ustionate e ferite. L’organizzazione locale DOZ International lancia un appello alla comunità internazionale.

humanitarian_doz

Dozzine di incendi nelle regioni di Al-Jazira e Al-Furat in nord est Siria hanno divorato migliaia di ettari di raccolto agricolo dall’inizio della stagione del raccolto a metà maggio.

Questi incendi sono rivendicati da Daesh (ISIS) e hanno distrutto colture estese di grano ed orzo nei Governorati di Hassakeh, Raqqa e Deir Ez-Zor.

In base ai primi dati, gli incendi avrebbero divorato più di 30.000 ettari nei Governorati di Hassakeh, Raqqa e Deir Ez-Zor, per un valore di milioni di dollari, preannunciando una crisi enorme in una regione che si basa prevalentemente sul settore agricolo, dinamo dell’attività economica e paniere di sicurezza alimentare.

La dimensione del disastro rivela la debolezza delle capacità locali nell’affrontare questa minaccia di Daesh nella forma della distruzione dei raccolti in nord est Siria, nonostante degli appositi Comitati per l’emergenza siano stati stabiliti recentemente a questo fine.

E’ cruciale che ci sia una larga coalizione di sforzi concreti con il supporto della comunità internazionale, dei donatori e delle organizzazioni internazionali, nella promozione di una infrastruttura capace di gestire il disastro e le ulteriori simili emergenze che interverranno, provvedendo alle risorse e mezzi necessari a costituire delle squadre specializzate di protezione civile ben equipaggiate sia nei mezzi che nei metodi, a fornire corsi estensivi di informazione e di preparazione agli agricoltori che li dotino delle necessarie abilità per affrontare questo tipo di minaccia.

Le organizzazioni operanti nel nord est della Siria (lista a seguire) lanciano questo appello alla comunità internazionale e alle organizzazioni internazionali perché si provveda alla risposta di emergenza necessaria, inclusa la fornitura di autopompe anti-incendio e altri mezzi per combattere una catastrofe che mette a rischio il sostentamento di più di 5 milioni di persone che vivono nel nord est del paese e che dipendono completamente da un raccolto che avrebbe dovuto essere il migliore nella storia della regione degli ultimi 30 anni.

Chiediamo inoltre alla comunità internazionale, alle Agenzie delle Nazioni Unite e alle organizzazioni internazionali che si occupano di sicurezza alimentare e di stabilizzazione, di intervenire con misure che supportino le autorità locali a gestire questa catastrofe e a compensare chi ha subito la distruzione della propria risorsa primaria di sostentamento e di sollecitare le autorità locali a chiedere sostegno alla coalizione internazionale per l’assistenza in termini di mezzi e metodi in questo frangente, essendo la coalizione responsabile della stabilità della regione, stabilità che senz’altro include anche la sicurezza alimentare della popolazione.

Per informazioni e contatti:

Dilbirin Khalil (DOZ Organization) – email: a.k@doz.international

Lista organizzazioni firmatarie:

1- GAV For Relief And Development
2- DOZ Organization
3- PÊL- Civil Waves
4- Dan for Relief And Development
5- ASHNA for development
6- Qanadil Alamal Association
7- Peace and civil society center
8- Navenda silav a çalakiyên sivîl
9- Al Hasakah Organization for Relief and Development
10- Judy Fro Relief And Development
11- Ajeal organization
12- Syriac Women Union In Syria
13- Syriac Cultural Association In Syria
14- Balsam Center for Health Education
15- Dream Association