Tutela delle donne

 

Nell’ambito del nostro lavoro un’attenzione particolare è riservata da sempre ai soggetti più vulnerabili, che rischiano di pagare doppiamente il peso di guerre e sfollamento. Tra questi ci sono donne e bambini, che necessitano di attenzioni specifiche e precisi piani di intervento.

Per questo, abbiamo lanciato nel corso degli anni numerosi programmi di protezione e assistenza per le donne e per i loro figli in Iraq, Giordania e Libano, con le comunità sfollate irachene e rifugiate siriane.

 

 

Abbiamo creato spazi protetti per contrastare violenza di genere e matrimoni precoci. E costruito cliniche per garantire salute riproduttiva, sostegno psico-sociale e assistenza legale.

 

 

In Iraq, da sempre sosteniamo i movimenti della società civile e le loro campagne. Tra queste anche "Shahrazad", lanciata dalle attiviste irachene per battersi contro violenza, discriminazione di genere e molestie. Tante le iniziative di advocacy, i training e i workshop organizzati, oltre all'apertura di un Centro servizi a Baghdad che offre protezione e assistenza legale alle vittime di violenza.

In Libano sono attivi i nostri Sostegni a distanza, dedicati ai bambini profughi palestinesi, siro-palestinesi e alle loro mamme, che spesso a causa dei conflitti sostengono da sole le proprie famiglie.